lunedì 2 dicembre 2013

MeTaMoRfOsI ...


Un venerdì mattina di 18 anni fa

Una bellissima giornata invernale perché sprecarla andando a scuola?
Detto e fatto, io e un bel gruppetto di amici ci dirigiamo al BonTon, bellissimo baretto con sala interna, utilizzato dalla maggior parte degli studenti durante i “giorni scolastici ricreativi”.
Per chi non avesse mai frequentato il locale,la stanzetta è al piano superiore, buia, bassa, fumosa e poco confortevole … ma capace di contenere almeno 20 studenti …
La mattinata scorre come al solito colazione, qualche ripasso rapido ma anche no e poi cazzeggio totale … Oltre a noi 6 ci sono due ragazze … si sono messe in disparte nell’ultimo tavolino in fondo a studiare … Due ragazze comuni, jeans, felpa, occhiali, capelli lunghi ma legati e trucco quasi assente. In un voto da 1 a 10 due 6 … carine ma anche uniche due femmine nei paraggi … prendete quanto accade e la frase per buona … le parole esatte non le ricordo … ma era una cosa abbastanza sperimentata e si svolgeva  più o meno come segue  

Mi siedo al loro tavolo tolgo/strappo il quaderno che hanno sotto il naso e
Atrox: “Scusatemi … questo è un luogo di perdizione … con il vostro comportamento state disturbando! Me e i miei compagni … vi diamo 5 minuti per finire e poi  ve ne dovete assolutamente o andarvene o unirvi a noi e al nostro caos”
Le tipe mi guardano tipo ma sei fuori e poi
T:         “Sai dobbiamo studiare perché noi domani abbiamo un’ interrogazione!”
Atrox:  “Ah… ok! Che cazzo studiate qua” Sbircio i loro appunti  “ah! Chimica … facile vi do una mano, ma 5 minuti, poi basta!”
(Atrox frequentava il corso di fisica ambientale e non ci crederete ma ha smesso di andare a scuola quando aveva la media del 7. Ndr )
Mentre arrivano proteste dagli altri componenti del mio gruppo, spiego e tolgo dubbi delle tipe … almeno quanti ne  bastano per farle unirle a noi … passiamo tutta la mattina a giocare a qualsiasi cosa ci passava per la testa…
Finisce la mattinata, come al solito mangio un boccone al volo e vado alla sede della nostra associazione studentesca … a fare cose più o meno inutili … pulire, mettere in ordine, preparare volantini, striscioni, comunicazioni e cazzate varie … (oggi le reputo veramente inutili, lo studente medio non si merita un cazzo!... ) Arrivano le 18:00 e dobbiamo assolutamente mangiare … abbiamo dei buoni pasto trafugati chissà come (non ricordo da dove venissero), ma l’unico posto, che ce li prende, è in centro (perché il nome sopra i buoni non corrisponde a nessuno dei nostri).
Mentre camminiamo mi sento chiamare

“Atrox!”

Mi volto non vedo nessuno che conosco … dopo un secondo

“Atrox! Cazzo!”

Mi rigiro, vedo una tipa che mi saluta con la mano,

(la descrizione della tipa del pomeriggio: Anfibi, minigonna senza calze nonostante il freddo, maglietta attillata, forse un giacchetto di jeans, ma capelli lunghi sciolti , lenti a contatto e trucco pesante … e altri particolari che la rendevano un 9 di sicuro …)

io con la faccia da idiota e molto, ma molto interrogativa la guardo e

Atrox:  Ci conosciamo?
T:         Siiiiiiiiii!
Atrox:  Si? Ma … io … come ti conosco?
T:         Stamattina?
Atrox:  Stamattina? Ma dove?
T:         Al BonTon?
Atrox:  AlBonTon!? Ma dov’eri?
T:         Al tavolo?
Atrox:  Quale cazzo di tavolo?
T:         Al tuo cazzo!
Atrox:  Ma cazzo sei LXXXX!
T:         Si Stupido essere!
Atrox:  Oh… Cazzo… sei LXXXX …
T:         Si sono LXXXX e ho capito perché ti chiamano Tossicone!
Atrox:  Fuck!
T:         Ci si vede… ciao ciao ….
Atrox:  ….sssssssssseeeeeeeeee ci si vede… fuck!

ovviamente mai più "riconosciuta"

Nessun commento:

Posta un commento