venerdì 30 marzo 2012

2 Al PrEzZo Di 1


Un cliente abituale prende varie cose e poi….

C:        “Segna!... Che non voglio debiti in giro!”




A casa di un cliente dopo la riparazione mentre scrivo la ricevuta mi dice

C:        “Spara poco che perdi meno!”

lunedì 26 marzo 2012

Più studi e meno capisci


Il figlio del capo di una mia amica
Il tipo in questione è laureato….

“la spillatrice ha finito le puntine… la butto? Dove ne trovo una nuova?”

giovedì 15 marzo 2012

funziona/ non funziona


Entra un tipo con una stirella (made in Prc prezzo sui 50 euro) aperta con un sacco di fili staccati

C:        Buongiorno senti il ferro mi ha smesso di fare il vapore
Atrox:  Si ma tutti questi fili qua dove vanno?
C:        Mmmmmm non lo so li ho staccati per lavorarci
Atrox:  Ok ma chi lo sa come stanno
C:        Tu sei il tecnico…
Atrox:  Bella storia… io non lo so se ci devo perdere un’ora per rifare l’impianto elettrico poi dell’altro tempo per trovare il guasto e ripararlo… mica lo so se ti conviene
C:        e allora come si può fare

Prendo un multimetro/tester chiamatelo come volete

Atrox:  Guarda ti controllo due cose la bobina dell’elettrovalvola è buona il pulsante del ferro è buono il cavo che dal ferro va alla caldaia è buono…aaaaaaaa ma c’è il rubinetto del vapore chiuso….
            Bhe non aveva niente se trovi come stanno i fili sei apposto altrimenti buttala

martedì 6 marzo 2012

IL QUIZ

Rispondo al telefono


C:        Lei ce l’ha i pezzi per mmmmmmm i cosi che succhiano?
Atrox:  L’aspirapolvere?
C:        Il motorino che gira per i succhiatori
Atrox:  Un sottovuoto?
C:        No quelli per l’acqua
Atrox:  Un deumidificatore?
C:        Si un deumidificatore…. Mi serviva quello che gira
Atrox:  Il motorino della ventola?
C:        Si
Atrox:  Ho vinto qualcosa?
C:        Come?
Atrox:  Si lo ho il pezzo porti il vecchio…..

venerdì 2 marzo 2012

devo essere più preciso... si capisce chi è?


Ognuno a casa sua scrive quello che vuole giustamente
MA PUBBLICIZZARE DI ESSERE ETICAMENTE CORRETTI…
Costruendo che ne so pozzi in Africa con tanto di reportage in modo di invogliarti ad andare a comperare da loro….
E poi fare dei contratti ai propri dipendenti a chiamata, a tempo determinato, per qualche ora e qualche spicciolo giusto perché c’è chi ha bisogno quindi tutto fa ….coprirsi dietro al fatto che chi lavora da loro in realtà è dipendente di un’altra ditta che ha in gestione il personale…
E poi dare ancora meno sempre meno ai propri fornitori perché le cose le posso far produrre fuori
E poi magari speculare sul maltempo e far aumentare alcuni prezzi di frutta e verdura (senza alcun fondamento vero)
Tutto questo a quanto pare per il bene del cliente
È eticamente corretto?